5×1000 – donalo subito, è un’occasione da non perdere

donare 5x1000

Perché donare il proprio 5×1000? Perché interessarsi a questa autonomia che il fisco ci riconosce, nel destinare parte delle risorse che versiamo all’erario a questioni che ci stanno particolarmente a cuore?

Pur se non sempre ci siamo interessati di beneficenza e di altruismo, donare il 5×1000, come avremo modo di vedere nel corso del nostro approfondimento di oggi, potrebbe essere il primo passo verso un cambiamento radicale delle nostre abitudini, verso un percorso sempre più interessato agli altri che hanno bisogno.

Vediamo insieme perché e come il 5×1000 deve essere versato, sempre però nell’autonomia e nel riconoscimento delle nostre particolari storie personali e attenzioni verso determinati problemi.

Sfruttare l’autonomia che lo stato di concede, anche se poca

Il primo punto è di carattere forse più politico. Lo Stato, tramite la scelta della destinazione del 5×1000, ci concede un’autonomia contributiva che, seppur minima, non dovremmo né dimenticare né sottovalutare. Certo, non si tratta di grandissime somme.

Quando parliamo infatti di 5×1000, parliamo di 5 euro ogni mille versati come IRPEF, somma abbastanza ridotta che però, messa insieme a quella degli altri contribuenti, può veramente cambiare le sorti di una causa che ci sta particolarmente a cuore.

Perché molte cause hanno bisogno di aiuto e il 5×1000 è l’unico che hanno

Il secondo dei motivi per i quali ti consigliamo di cominciarti ad interessare del 5×1000 e dei suoi possibili destinatari, è che moltissime cause benefiche, moltissimi enti ed associazioni no profit non hanno altro modo di finanziare le proprie operazioni.

Senza il fondamentale e decisivo contributo che arriva appunto dal 5×1000, non c’è modo per cause di ricerca e di aiuto agli altri che hanno bisogno di finanziarsi.

Quando scegli di non destinare da alcuno il tuo 5×1000, sottrai il potenziale sostentamento per cause molto importanti e che potrebbero starti a cuore.

Perché possiamo sostenere una causa che ci sta particolarmente a cuore

Ognuno di noi ha delle sensibilità, degli interessi, cause per le quali è disposto a sacrificarsi. Il vantaggio, per chi versa il 5×1000, è che il sostegno a queste cause non costituisce neanche un sacrificio, perché sarebbe comunque denaro che dovremmo versare nelle casse dello Stato.

Perché non approfittare dunque di questa straordinaria possibilità che abbiamo per aiutare associazioni e obiettivi che ci stanno particolarmente a cuore? Non ci costa nulla, se non quei pochi secondi per segnare il codice dell’ente nella nostra dichiarazione dei redditi.

Un’occasione che davvero non dovremmo lasciarci scappare.

Perché aiutare gli altri ci fa stare meglio

Aiutare gli altri non è soltanto altruismo. Si vive meglio sapendo di aver aiutato una causa bisognosa e di aver permesso a chi opera ogni giorno per aiutare gli ultimi a sostenersi.

Sì, forse non ci aspettavamo di trovare un movente egoistico in un approfondimento che parla di 5×1000 e di aiutare gli altri.

Provare però per credere: aiutando gli altri aiutiamo anche noi stessi, perché la beneficenza aiuta anche chi la fa e non solo chi la riceve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *